giovedì 16 novembre 2017

L'insalata di Natale in piazza Unità

E anche oggi Segnalazioni regala una perla sugli alberi di Natale. Semplice, concisa, pulita.
Va dritta sul podio assieme a quella dell'albero di Natale friulano.
Si potrebbe riassumere con "I alberi prima xe diventai salata e dopo xe andai a sburtar radicio".



A proposito de Nadal, qual xe el regalo più belissimo? Ecco una foto subliminale! Barkolana, ovvio! :)


mercoledì 1 novembre 2017

Alfabeto essenziale triestino


Ou, ricordeve che saremo sabato 11 e domenica 12 novembre dale 10 ale 20.30 al Città Fiera Comic-Con a Martignacco con i nostri zoghi, tra cui BARKOLANA!
E la settimana dopo, el 18 e 19 novembre, dale 9 ale 19 al Gamecom ala Fiera de Pordenone!
Tuti invitati!
El zogo lo trovè za nele librerie de Trieste e Bisiacaria e anche online a sto link.
Dito questo...
Ne par utile un picio compendio per foresti con una parola triestina per ogni letera, per poderse rangiar a Trieste senza tropa fadiga, con disinvoltura e scontrosa grazia.
Perchè lo scrivemo in triestin se xe per foresti? Perchè el triestin ghe parla triestin a tuti convinto che tuti capissi el triestin, anca i eschimesi, quindi ne par giusto che i se abitui subito.

ALFABETO ESSENZIALE TRIESTINO

A. AILO. Co te bechi qualchidun, te va sul sicuro anche se no te se ricordi el nome.
B. La B de CAPO IN B. Che vol dir bicer. Un caffè macchiato in bicer.
C. CIO'. Sta parola va inserida ovunque, altrimenti el vostro sarà un pseudotriestin, ciò.
D. DEI. Fa el paio con ciò. Tipo podè iniziar una frase con CIO' e serarla con DEI. Opur diretamente butè là un "Ciò dei" che verzi e sera el discorso senza tropo bazilar.
E. ECOLO. Co riva un, o in risposta a un AILO.
F. FURLAN. El nemico, ocio de soto!
G. GUATO. El pesse. Ma ve sarà utile per far i splendidi e ciamar el Salone degli Incanti col suo vero nome: Santa Maria del Guato.
H. H xe la letera muta. Te la scrivi e no te la legi. Te par che i triestini gabi voia de usar una letera che dopo no se legi? No ga scopo.
I. IMBRIAGO. Ma anca INCANFARA', IMPETESSA', INCANDI'...
J. JOTA. I puristi dirà che se scrivi cola I, ma cola J fa più international.
K. KREN. I stessi puristi dirà che se scrivi cola C. Ma iera za ocupada de CIO', dei.
L. LEM. Longo E Mona. No se usa più tanto, ma fa sempre rider.
M. MONA. Uselo con atenzion. Xe cocolo, ma qualchidun particolarmente mona podessi ofenderse.
N. NOSEPOL. Perchè comunque no se pol. Ma anca un poco perchè NO GA SCOPO.
O. OU. Altra roba base. Servi per atirar l'atenzion dopo che gavè za usado AILO.
Ma anche: OSMIZA. Come l'osmiza sul mare, el libro più bel del mondo! (reclam non oculta :P)
P. PAMPEL. Che xe un poco un sinonimo de mona.
Q. QUEL. Eco, el jolly. Con questa podè far quel che volè. Esisti diversi livei de quei, el più potentissimo sostituissi intiere frasi. Qua trovè le istruzioni del quel.
R. RANZIDUME. Che xe quel che ve farà dir: "Bah, sto alfabeto me par bastanza una monada, fazevo meo mi, po gaveva scopo? Le robe o se le fa ben o pitosto meo no farle".
S. SPRITZ. Perchè la vita che mi voio xe a Barcola su un scoio. Ma con un spritz in man.
T. TRAN. Cola N perchè xe diminutivo de TRANVAI. Che xe una specie de esortativo: "TRAN, VAI!". Solo che no el va de nissuna parte. Qua la spiegazion dele sue disgrazie.
U. ULO. Se usa per esprimer sorpresa. Se pol sostituir a AILO quando no se se vedi de più tempo.
V. VIVA L'A E PO BON. Moto triestin. Ocio, casin. Per qualchidun la A sta per Austria. Per altri xe VIVA LA' E PO BON. Là dove? bu. Altri no ga pel cul e viva l'A e po' bon.
X. XE. Eco. Importante. XE cola X! Assolutamente vietato scriver obrobri tipo sè.
Z. ZURLO. Per ricordarve sempre che no ga scopo corer come zurli.

Ne volè de più? Le trovè sul sito de Tuttotrieste ;)

Bon dei ciò, se vedemo venerdi ala presentazion de BARKOLANA!