giovedì 16 novembre 2017

L'insalata di Natale in piazza Unità

E anche oggi Segnalazioni regala una perla sugli alberi di Natale. Semplice, concisa, pulita.
Va dritta sul podio assieme a quella dell'albero di Natale friulano.
Si potrebbe riassumere con "I alberi prima xe diventai salata e dopo xe andai a sburtar radicio".



A proposito de Nadal, qual xe el regalo più belissimo? Ecco una foto subliminale! Barkolana, ovvio! :)


mercoledì 1 novembre 2017

Alfabeto essenziale triestino


Ou, ricordeve che saremo sabato 11 e domenica 12 novembre dale 10 ale 20.30 al Città Fiera Comic-Con a Martignacco con i nostri zoghi, tra cui BARKOLANA!
E la settimana dopo, el 18 e 19 novembre, dale 9 ale 19 al Gamecom ala Fiera de Pordenone!
Tuti invitati!
El zogo lo trovè za nele librerie de Trieste e Bisiacaria e anche online a sto link.
Dito questo...
Ne par utile un picio compendio per foresti con una parola triestina per ogni letera, per poderse rangiar a Trieste senza tropa fadiga, con disinvoltura e scontrosa grazia.
Perchè lo scrivemo in triestin se xe per foresti? Perchè el triestin ghe parla triestin a tuti convinto che tuti capissi el triestin, anca i eschimesi, quindi ne par giusto che i se abitui subito.

ALFABETO ESSENZIALE TRIESTINO

A. AILO. Co te bechi qualchidun, te va sul sicuro anche se no te se ricordi el nome.
B. La B de CAPO IN B. Che vol dir bicer. Un caffè macchiato in bicer.
C. CIO'. Sta parola va inserida ovunque, altrimenti el vostro sarà un pseudotriestin, ciò.
D. DEI. Fa el paio con ciò. Tipo podè iniziar una frase con CIO' e serarla con DEI. Opur diretamente butè là un "Ciò dei" che verzi e sera el discorso senza tropo bazilar.
E. ECOLO. Co riva un, o in risposta a un AILO.
F. FURLAN. El nemico, ocio de soto!
G. GUATO. El pesse. Ma ve sarà utile per far i splendidi e ciamar el Salone degli Incanti col suo vero nome: Santa Maria del Guato.
H. H xe la letera muta. Te la scrivi e no te la legi. Te par che i triestini gabi voia de usar una letera che dopo no se legi? No ga scopo.
I. IMBRIAGO. Ma anca INCANFARA', IMPETESSA', INCANDI'...
J. JOTA. I puristi dirà che se scrivi cola I, ma cola J fa più international.
K. KREN. I stessi puristi dirà che se scrivi cola C. Ma iera za ocupada de CIO', dei.
L. LEM. Longo E Mona. No se usa più tanto, ma fa sempre rider.
M. MONA. Uselo con atenzion. Xe cocolo, ma qualchidun particolarmente mona podessi ofenderse.
N. NOSEPOL. Perchè comunque no se pol. Ma anca un poco perchè NO GA SCOPO.
O. OU. Altra roba base. Servi per atirar l'atenzion dopo che gavè za usado AILO.
Ma anche: OSMIZA. Come l'osmiza sul mare, el libro più bel del mondo! (reclam non oculta :P)
P. PAMPEL. Che xe un poco un sinonimo de mona.
Q. QUEL. Eco, el jolly. Con questa podè far quel che volè. Esisti diversi livei de quei, el più potentissimo sostituissi intiere frasi. Qua trovè le istruzioni del quel.
R. RANZIDUME. Che xe quel che ve farà dir: "Bah, sto alfabeto me par bastanza una monada, fazevo meo mi, po gaveva scopo? Le robe o se le fa ben o pitosto meo no farle".
S. SPRITZ. Perchè la vita che mi voio xe a Barcola su un scoio. Ma con un spritz in man.
T. TRAN. Cola N perchè xe diminutivo de TRANVAI. Che xe una specie de esortativo: "TRAN, VAI!". Solo che no el va de nissuna parte. Qua la spiegazion dele sue disgrazie.
U. ULO. Se usa per esprimer sorpresa. Se pol sostituir a AILO quando no se se vedi de più tempo.
V. VIVA L'A E PO BON. Moto triestin. Ocio, casin. Per qualchidun la A sta per Austria. Per altri xe VIVA LA' E PO BON. Là dove? bu. Altri no ga pel cul e viva l'A e po' bon.
X. XE. Eco. Importante. XE cola X! Assolutamente vietato scriver obrobri tipo sè.
Z. ZURLO. Per ricordarve sempre che no ga scopo corer come zurli.

Ne volè de più? Le trovè sul sito de Tuttotrieste ;)

Bon dei ciò, se vedemo venerdi ala presentazion de BARKOLANA!



venerdì 20 ottobre 2017

BARKOLANA: arriva il gioco ufficiale della cinquantesima Barcolana

Ooooh là!
Dopo FRICO, di cui ci avevano rubato la Kappa, ecco BARKOLANA, in cui ce la riprendiamo!
Un gioco per lupi di mare, pirati, velisti, marinai d'acqua dolce, gatti di fiume, imbriagoni, petessoni e brontoloni. Insomma per tutti!
A bordo della tua barca a vela dovrai completare per primo il percorso della Barcolana, superare le prove marinaresche che via via incontrerai sul tuo cammino, guadagnare bori (e come potevano chiamarsi altrimenti i soldi nella patria della bora?) da spendere nella bottega velica per migliorare le prestazioni della tua barca.
Motori, ventilatori, cannoni, bozze de vin... in questa regata vale tutto! Solo attenti a non farvi beccare dalla guardia costiera, altrimenti la penalità arriverà immediatamente!


BARKOLANA, il nuovo gioco di Diego Manna e Erika Ronchin dedicato alla regata con più partecipanti al mondo, farà il suo debutto in anteprima assoluta a Fumetti Per Gioco 2017, la fiera di giochi e fumetti in programma a Trieste il 21-22 ottobre.
La presentazione ufficiale si terrà invece venerdì 3 novembre, alle ore 18.00 presso la sede della Società Velica Barcola e Grignano. Poi si troverà in tutte le librerie di Trieste e dintorni.
Ma se avete fretta, potete già acquistarlo online a questo link.

giovedì 5 ottobre 2017

domenica 1 ottobre 2017

I dieci motivi per partecipare alla Barcolana

Ben bon, comincia la febbre da Barcolana :)
Per chi ha ancora bisogno di motivazioni per partecipare a questa meravigliosa festa cittadina, eccole!

I DIECI MOTIVI PER PARTECIPARE ALLA BARCOLANA
  1. Perché ancora non sai cos’è la vera bora. Anche se forse è meglio non scoprirlo proprio in regata.
  2. Perché sei sempre stato affascinato dal pappafico.
  3. Perché adori poter dire “cazza la randa” senza sapere esattamente cosa voglia dire. 
  4. Perché per te l’orzata è solo qualcosa da bere.
  5. Perché assieme al “mezzo mariner” puoi arrivare a essere un marinaio intero.
  6. Perché in caso di hangover puoi dare la colpa al mal di mare.
  7. Perché in caso di mal di mare puoi dare la colpa all’hangover.
  8. Perché cicio no xe per barca... ma tu sì.
  9. Perché anche se non sei per barca... ci sarà sempre una fettina di salame ad attenderti sotto coperta.
  10. Perché il tuo vero obiettivo è festeggiare sul Molo San Carlo aka Audace, davanti alla piazza sul mare più grande d’Europa.


P.S. Ciò, l'osmiza sul mare ha vinto un altro premio nazionale! Festa!
Lo trovate in tutte le librerie più bobe e anche online a questo link :)



martedì 12 settembre 2017

Trieste goes international!

Ciò, ara qua che semo inTriesteing per bon!
Eco el novo video dela mulona che per amore del postgrungerock e dela bela muzica dei anni '90 oviamente ve risparmiemo ma ve mostremo el toco importante:


Per i meno deboli de cuor (ma Kurt Cobain ve varda dal'alto) eco el video (el toco importante xe circa a 2:14):




E grassie a Fabrizio Sors per la segnalazion!


venerdì 1 settembre 2017

I dieci motivi per iscriversi alla Rampigada Santa

Manca poco più de due settimane alla Rampigada Santa (qua per iscriverse), nonché all'inizio della Settimana Europea della Mobilità Sostenibile.
Sabato 16 Setembre ghe sarà stand, animazion, libri, zoghi e el concerto dei Sardoni Barcolani Vivi al'Obelisco, dale 12 in poi (Concerto ale 20).
Domenica 17 la gara, dale 10 dala base de Scala Santa.
Ecco i dieci motivi per non perderse sto apuntamento!

1. Perché non servi andare a Medjugorje per veder la Madonna, la xe qua a 2 chilometri de Roiano.
2. Per verzer la Settimana Europea della Mobilità Sostenibile col boto. Al cuor.
3. Per veder se dopo i Sardoni Barcolani xe per bon ancora Vivi.
4. Perché... ara, ma alora posso andar anche a pie o in bici in osmiza!
5. Perché partecipa anche i furlani. Lori no dovessi gnanche saver coss'che xe andar in salita. No se pol lassarli vinzer!
6. Perché Simone Temperato, iscrito numero 1, la fa tuta in impenada. Per bon.
7. Perché ogni volta che qualchidun disi "Trieste no xe per bici" un toco de porfido de Scala Santa se suicida.
8. Perchè xe bel veder che intanto che ti te va in su... xe pien de santi che vien tiradi zo.
9. Perché almeno una volta nela vita ghe vol assolutamente vinzer el Premio Cagoia.
10. Perché le medaie xe a forma de Sigilo Trecentesco.



E siccome se no i xe mati no li volemo, la proposta per far partecipar Trieste alla Settimana Europea della Mobilità Sostenibile xe questa:
Per quela setimana, dal 16 al 22 (ma va ben anche fin al 24 o fin quando che volè!), provemo a usar de più pie, bici e bus e un poco de meno l'auto.
Cussì, per provar. Per veder se xe vero che se sparagna e che se se godi de più la vita, gli incontri e la strada. Chi che pol oviamente, perché purtropo no tuti pol permeterse de no spostarse in auto.
Ma chi che no pol troverà la strada più libera e più parchegi, insoma, xe una bela roba per tuti.
Femoghe veder che anche Trieste ga voia de vardar a un futuro più sostenibile e con meno spuza come el resto d'Europa :)
Una setimana senza auto. 
Bondeifemo!